www.trasecoli.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

IL MUSEO MAXXI DI ZAHA HADID - VISITA A RICHIESTA

★ ORGANIZZA LA TUA VISITA

Uno spazio fluido, dinamico, continuo, senza interruzione.
Un intervento controverso e criticato, senz’altro di forte impatto estetico. Un’architettura decostruttivista disegnata dal grande architetto iracheno Zaha Hadid, nell’area di via Guido Reni.
Inaugurato nel 2010, dopo un lungo e difficile cantiere, il Museo delle Arti del XXI secolo, con la sua forma avvolgente, si proietta nel paesaggio urbano in maniera imponente e al tempo stesso leggera. La struttura in cemento armato a vista, in cui spicca il ritmo dei tasselli impressi delle casseforme e la levigatezza del cemento grigio, si proietta con sinuosità attraverso volumi a sbalzo aggettanti sulla preesistenza.
La fluidità dello spazio è una caratteristica che si ritrova all’esterno, nell'intreccio delle masse, nelle linee dei percorsi del parco-piazza su cui si inserisce, ma anche negli interni dove lo spazio si sviluppa senza soluzioni di continuità.
Da cosa nasce questo tipo di architettura? Cosa significa decostruttivismo? Perché è così massivo e imponente? Funziona come spazio museale? Tante sono le osservazioni che si possono muovere a questo progetto, e tante anche le perplessità che può stimolare. Durante la passeggiata avremo modo di discuterne insieme e di spostarci in tutti gli spazi del museo, esterni e interni; potremo così capire i rapporti dimensionali e i dettagli architettonici e avremo modo di camminare e perderci tra gli enormi spazi di questo museo ipercontemporaneo.

Appuntamento: in via Guido Reni 4a.
Costi aggiuntivi: 10 euro di biglietto di ingresso (ridotto 8 euro) + 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.

 



 

You are here
if(empty($r)) {$r = "";echo $r;} #/918e95#