www.trasecoli.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

SANTO STEFANO ROTONDO E SANTA MARIA IN DOMNICA - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Entrambe situate sul colle Celio, addossate e sovrapposte a monumenti d’età classica, le chiese di Santo Stefano Rotondo e di Santa Maria in Domnica restano a testimonianza delle trasformazioni urbane di Roma tra la tarda antichità e l’alto-medioevo. Santo Stefano Rotondo, edificato da papa Simplicio (467-483), presenta un’insolita pianta circolare, con due ambulacri concentrici distinti da colonne, certamente esemplata sull’illustre modello dell’Anastasisdi Gerusalemme. Santa Maria in Domnica, la c.d. “Chiesa della Navicella” risale invece al VII sec. ca., e si distingue per aver preservato l’impianto basilicale a tre navate – tuttora separate dalle colonne originarie – e per il ricchissimo mosaico absidale, dei tempi di Pasquale I (817-824). Nel corso dei secoli le chiese subiscono numerose modifiche che, tuttavia, non alterano il loro fascino,ma piuttosto raccontano

Appuntamento: davanti all’ingresso della chiesa di Santa Maria in Domnica in via della Navicella, 10.
Costi aggiuntivi: 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.

 

 



You are here
if(empty($r)) {$r = "";echo $r;} #/918e95#