www.trasecoli.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

www.trasecoli.it

LA BASILICA DI SAN LORENZO IN LUCINA - VISITA A RICHIESTA

★ ORGANIZZA LA TUA VISITA

 

Ormai quasi “dimessa”, nella sua collocazione a fianco della trafficata Via del Corso (l’antica Via Lata), San Lorenzo in Lucina è, in realtà, una chiesa di venerabile memoria: la tradizione vuole che qui avesse dimora una matrona romana, Lucina, che decise di donare la sua abitazione alla comunità cristiana. Fu Sisto III, nel 440, a consacrare ufficialmente la chiesa, che da allora subì numerose campagne di restauro, la più importante delle quali nel XII secolo. L’interno è oggi mononave, e presenta, tra gli altri valevoli tesori, un Cristo di Guido Reni e una cappella disegnata dal Bernini. Scavi condotti tra gli anni '80 e 2000 hanno consentito di chiarire le fasi evolutive del sito, mettendo alla luce un edificio di II secolo d. C. (di cui restano mosaici bicromi) e il battistero paleocristiano.

Appuntamento: davanti all'ingresso della chiesa in piazza di San Lorenzo in Lucina, 16.
Costi aggiuntivi: 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipant





LA BASILICA DI SANTA MARIA DEGLI ANGELI E DEI MARTIRI - VISITA A RICHIESTA

★ ORGANIZZA LA TUA VISITA


La basilica cristiana sorge in uno degli ambienti delle gigantesche Terme di Diocleziano, il frigidarium, che per volere di papa Pio IV (1499-1565) venne riadattato a chiesa dall’architetto e artista più celebre dell’epoca: Michelangelo Buonarroti. Nel ‘700 l’impianto michelangiolesco venne modificato da Luigi Vanvitelli, il quale curò anche il trasferimento di splendidi quadri in basilica (spicca un Martirio di S. Sebastiano del Domenichino), che oggi risulta essere infatti non solo un edificio di eccezionale valore archeologico e artistico, ma anche una superba pinacoteca.

Appuntamento: davanti all'ingresso della chiesa in piazza della Repubblica.
Costi aggiuntivi: 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.

 

 




PALAZZO BARBERINI - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Prototipo del palazzo barocco, fatto realizzare dal neo eletto al soglio pontificio Urbano VIII (Maffeo Barberini) per la propria famiglia, è frutto del lavoro dei più importanti architetti del Seicento: Carlo Maderno, Gian Lorenzo Bernini e Francesco Borromini. Museo nazionale dal 1953, vanta, all’interno di una collezione che spazia dal Trecento al Settecento, capolavori come La Fornarina di Raffaello, Giuditta e Oloferne di Caravaggio e il ritratto di Urbano VIII di mano del Bernini. Stupendi anche gli affreschi dei soffitti dei due saloni di rappresentanza al primo piano con le rappresentazioni del Trionfo della Divina Sapienza di Andrea Sacchi e il Trionfo della Divina Provvidenza di Pietro da Cortona.

Appuntamento: davanti all'ingresso del Palazzo in via delle Quattro Fontane, 13.
Costi aggiuntivi: 10 euro (contributo per l'ingresso al museo valido 7 giorni anche per Galleria Corsini) + 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.

 




LA CHIESA E IL MUSEO DI SAN GIOVANNI DEI FIORENTINI - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA


Chiesa nazionale dei fiorentini a Roma, e per questo dedicata a san Giovanni Battista, venne cominciata nel XVI secolo ma completata solo nel XVIII. Alla progettazione e alla costruzione si alternarono architetti di grande prestigio: a Carlo Maderno dobbiamo infatti la caratteristica cupola a forma allungata detta “il confetto succhiato” e ad Alessandro Galilei la facciata, ultimata nel 1734. Luogo di sepoltura di molti illustri personaggi fiorentini vissuti a Roma, qui riposa il grande architetto Francesco Borromini che per la chiesa realizzò l’altare maggiore e la cripta della famiglia Falconieri, ultima sua opera completata dai suoi allievi dopo il suicidio del maestro.
In una suggestiva cappella, realizzata appositamente, dal 2016 si trovano le sculture che Francesco Mochi aveva ideato per l’altare maggiore e che mai vi furono collocate. Le due statue, rappresentanti il Battesimo di Cristo, furono esposte per molti anni a Ponte Milvio (dove tuttora si trovano delle copie) e poi spostate, fino allo scorso anno, negli spazi del Museo di Roma a Palazzo Braschi. Alla chiesa è annesso un piccolo museo che conserva, oltre a reliquari e dipinti derivanti dai vicini edifici demoliti nel corso degli sventramenti fascisti, opere di pregio come un San Giovannino attribuito a Michelangelo e due busti funebri realizzati da Bernini.


Appuntamento: davanti all'ingresso della chiesa in via Acciaioli, 2.
Costi aggiuntivi: 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.

 




LA BASILICA DI SANTA MARIA IN ARACOELI E IL CAMPIDOGLIO

★ Sabato 21 Ottobre - ore 16 ★

NOVITA'!!!

Salendo le scale monumentali del Vignola, opera di metà ‘500, si giunge innanzi alla facciata di Santa Maria in Aracoeli, situata nella suggestiva cornice dell’Arx capitolino. Di antica origine (alcuni studiosi ne collocano la fondazione nel VI secolo d. C.), realizzata sui resti del tempio di Giunone Moneta, oggi la chiesa si presenta di aspetto romanico e soprattutto gotico, dopo un rifacimento trecentesco ad opera dei francescani. Al suo interno si conservano capolavori come monumenti funebri a firma di Giovanni da Cosma, Arnolfo di Cambio e Andrea Bregno, nonché affreschi del Pinturicchio.
La visita includerà una dettagliata disamina dell’evoluzione del colle Capitolino, dall’età pre-romana ai giorni nostri, soffermandosi sulla travagliata nascita del Senato Romano, l’epopea di Cola di Rienzo, e la trasformazione della piazza curata da Michelangelo.

Appuntamento: sabato 21 ottobre alle ore 16 davanti all'ingresso della chiesa ai piedi della Salita dell’Arce Capitolina, 12.
Contributo: 9 euro (comprensivi del costo degli auricolari).


LA VISITA E' ORGANIZZATA DA FLAVIA FRAUZEL - ARCHEOLOGA MEDIEVISTA




Pagina 1 di 28

You are here
if(empty($r)) {$r = "";echo $r;} #/918e95#