www.trasecoli.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

CENTRALE MONTEMARTINI - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

All’interno della ex Centrale Termoelettrica Giovanni Montemartini è stato allestito, dal 1997, il nuovo polo espositivo dei Musei Capitolini. All’interno sono conservati importantissimi capolavori dell’arte antica tra cui il c.d. Togato Barberini, la statua di Musa seduta e la statua di Antinoo, oltre a numerosissimi pezzi provenienti da diverse necropoli della capitale. Sarà possibile inoltre ammirare la ricostruzione del frontone di uno dei templi più importanti di Roma Antica: il tempio di Apollo Sosiano decorato da statue originali greche del V secolo a.C.

Appuntamento: davanti all’ingresso del museo in viale Ostiense, 106.
Costi aggiuntivi: 7,5 euro di biglietto integrato mostra (ridotto 6,5 euro per i residenti a Roma; prima domenica di ogni mese ingresso gratuito per i residenti a Roma; Capitolini Card Musei Capitolini + Centrale Montemartini 16 euro, 15 euro per i residenti a Roma) + 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.



MUSEI CAPITOLINI - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Capitolini raccolgono alcune tra le più affascinanti collezioni di arte antica e di archeologia oggi esistenti. La nascita dei Musei viene fatta risalire al 1471, quando il papa Sisto IV donò al popolo romano un gruppo di statue bronzee di grande valore simbolico. Da allora, i Musei si sono arricchiti di oggetti di enorme valore storico e artistico, tra cui la Lupa Capitolina, la statua equestre di Marco Aurelio, il colosso di Costantino e i Fasti Trionfali. Le collezioni, esposte nelle splendide sale rinascimentali del Palazzo dei Conservatori e del Palazzo Nuovo, ci guideranno nella storia di Roma repubblicana e imperiale, tra famosi condottieri, imperatori e ricchi abitanti di residenze aristocratiche, ma anche tra umili lavoratori, quadrigari, medici, oculisti, i cui nomi ci accompagneranno in un viaggio senza tempo.

Appuntamento: davanti all'ingresso del museo in Piazza del Campidoglio, 1.
Costi aggiuntivi: 15 euro di biglietto integrato mostra (ridotto 13 euro per i residenti a Roma; prima domenica di ogni mese ingresso gratuito per i residenti a Roma; Capitolini Card Musei Capitolini + Centrale Montemartini 16 euro, 15 euro per i residenti a Roma) + 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.



I MERCATI DI TRAIANO - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

 

Una geniale opera architettonica, distribuita su più livelli, posta a sostegno della retrostante collina del Quirinale: i Mercati di Traiano, un particolare complesso commerciale di epoca imperiale caratterizzato dal peculiare aspetto in cortina laterizia che rende gli edifici una novità assoluta rispetto alle sottostanti piazze marmoree dei Fori Imperiali, da essi dominate. Il complesso ospita oggi l’attuale sede del Museo dei Fori Imperiali, dove sono confluiti i materiali pertinenti ai vari edifici forensi che caratterizzavano quest’area dell’antica Roma.


Appuntamento: davanti all'ingresso del museo in via IV Novembre, 94.
Costi aggiuntivi: 14 euro (biglietto di ingresso intero, ridotto 12 euro; per i residenti a Roma biglietto intero 12 euro, ridotto 10 euro; prima domenica di ogni mese ingresso gratuito per i residenti a Roma) + 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 15 partecipanti.

 

 



L'ARCO E L'ANTIQUARIUM DI MALBORGHETTO - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Nel punto di incontro tra due importanti assi viari, la via Flaminia e la via Veientana, fu edificato, nel IV secolo d.C, un arco quadrifronte. L'imponente struttura è stata messa in relazione con il luogo in cui l'imperatore Costantino, la notte prima della battaglia campale contro il suo rivale Massenzio ai Saxa Rubra, avrebbe visto in cielo al tramonto il segno della croce. L'arco ha subito nel tempo numerose trasformazioni. Nell'XI secolo è diventato una piccola chiesa dedicata alla Vergine, nel XIII è stato inserito in un borgo fortificato. Nel XVI il casale viene restaurato dallo speziale Costantino Petrasanta e nel XVIII viene adattato a Stazione di Mezza Posta. Di tutte queste trasformazioni rimangono le tracce nelle sue murature. I suoi ambienti sono stati attualmente adattati per ospitare un piccolo Antiquarium che conserva una parte dei resti archeologici rivenuti in diversi siti situati lungo la via Flaminia.

Appuntamento: in via di Malborghetto, 1 (via Flaminia km 19,4).

PER  UN'ANTEMPRIMA DELLA VISITA GUARDA IL VIDEO SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE

 



 

 

 

L'ACQUEDOTTO VERGINE E "LA CITTA' DELL'ACQUA" - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Visita con apertura da prenotare

Un percorso legato al tema dell'acqua. La visita avrà inizio dai resti archeologici rinvenuti durante i lavori di ristrutturazione dell'ex cinema Trevi: due edifici allineati lungo il vicus Caprarius, un'insula poi riconvertita in domus alla metà del IV secolo e il probabile castellum acquae dell'Acquedotto Vergine. Passando per la Fontana di Trevi, una delle monumentali fontane barocche tuttora alimentate da questo acquedotto e per la Cappella della Madonna del Pozzo la cui storia è legata a un evento miracoloso, termineremo visitando uno dei tratti in elevato dell'Acquedetto Vergine, fatto costruire da Agrippa nel 19 a.C. per alimentare le sue terme in Campo Marzio.

Appuntamento: in vicolo del Puttarello, 25.
Costi aggiuntivi: 3 euro (biglietto d'ingresso all'area archeologica del Vicus Caprarius - Insula di San Vincenzo - Città dell'Acqua; biglietto ridotto 1 euro) + 4 euro (biglietto d'ingresso all'area archeologica dell'Acquedetto Vergine; biglietto ridotto, 3 euro).

 

 

 



IL MONTE TESTACCIO - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Visita con apertura da prenotare

Situato nell'omonimo quartiere di Roma, il Monte Testaccio, o Monte dei Cocci, è una collina alta circa 30 metri completamente costituita da frammenti di anfore. Si tratta di un’antica discarica organizzata dove confluivano le testae, recipienti non più utilizzabili dopo il loro approdo a Roma. Le merci giungevano, infatti, nel vicino porto fluviale (l’Emporium) ed erano stoccate nei numerosi magazzini (gli horrea) che caratterizzavano l’area. L’abbondanza di questi frammenti ceramici ha permesso uno studio approfondito sulle merci, le loro provenienze e le tipologie di carico utilizzate dai romani almeno fino al III secolo d.C.

 

Appuntamento: in via Nicola Zabaglia 24, davanti al cancello di ingresso al sito.
Costi aggiuntivi: 4 euro di biglietto di ingresso (ridotto 3 euro).





PORTA ASINARIA E LE MURA AURELIANE - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Visita con apertura da prenotare

Una visita alla scoperta di una delle porte monumentali della cinta muraria fatta costruire dall’imperatore Aureliano tra il 270 e il 273 d.C. per proteggere la città di Roma. Situata accanto alla Porta San Giovanni, l’antico accesso prende probabilmente il nome dalla via Asinaria, una strada minore che si ricongiungeva con la vicina via Tuscolana. Sarà possibile accedere all’interno del monumento, visitare le due torri e parte del camminamento di ronda, ripercorrendo gli episodi storici salienti che hanno caratterizzato questo luogo.

Appuntamento: davanti all’ingresso dell’area archeologica situata in Piazza di San Giovanni in Laterano (il cancello si trova, venendo da Piazzale Appio, sulla sinistra subito dopo il passaggio pedonale che permette di oltrepassare le antiche mura).
Costi aggiuntivi: 4 euro di biglietto di ingresso (ridotto 3 euro).





 

 

IL FORO ROMANO - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Il parco  archeologico del foro romano costituisce il fulcro dell’abitato antico: passeggiando tra gli edifici che ne rendono il panorama indimenticabile, racconteremo delle origini della città, della  casa dei re, del sacro fuoco di Roma, degli sviluppi della piazza del foro in età repubblicana e infine ci addentreremo nella ricostruzione seguita all’incendio neroniano, che influenzerà in un viaggio senza ritorno il piano urbanistico dell’area in età imperiale.

Appuntamento: davanti all'ingresso dell'area archeologica in Largo della Salara Vecchia, 5/6.
Costi aggiuntivi: 12 euro di biglietto di ingresso (valido per il Palatino, il Colosseo e il Foro Romano; 7,5 euro biglietto ridotto; prima domenica di ogni mese ingresso gratuito).

 

 



LE TERME DI CARACALLA - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Lungo il tratto iniziale della via Appia antica si stagliano le grandiose Terme Antoniniane. Inaugurate nel 216 dall'imperatore Caracalla (211-217) furono portate a termine solamente durante il regno del suo successore Elagabalo (218-222). Questo impianto, che presenta il tipico aspetto delle grandi "terme imperali" con pianta rettangolare e assetto simmetrico, è uno dei monumenti più suggestivi e meglio conservati della Roma imperiale. Rimase in funzione fino al 537, quando i Goti di Vitige tagliarono l'omonimo acquedotto che ne alimentava le poderose cisterne.

Appuntamento: davanti all'ingresso dell'area archeologica in viale delle Terme di Caracalla, 52.
Costi aggiuntivi: 6 euro di biglietto di ingresso (valido 7 giorni per le Terme di Caracalla, la Villa dei Quintili e il Mausoleo di Cecilia Metella; prima domenica di ogni mese ingresso gratuito).

PER  UN'ANTEMPRIMA DELLA VISITA GUARDA IL VIDEO SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE





 

Pagina 9 di 15

You are here
if(empty($r)) {$r = "";echo $r;} #/918e95#