www.trasecoli.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

IL MITREO DELL'ARA MASSIMA DI ERCOLE - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Visita con apertura da prenotare

Questo mitreo venne ricavato nel III secolo d.C. all'interno di un edificio ricoperto di marmi policromi, di poco più antico. La sua scoperta avvenne negli anni '30 del secolo scorso durante i lavori di costruzione dei magazzini per i costumi e per le scenografie del Teatro dell'Opera.
Una nuova occasione per scoprire il culto del dio Mitra, diffuso a Roma e in tutto l'impero romano tra il II e il IV secolo d.C., con i suoi miti, simboli e rituali.

Appuntamento: in piazza Bocca della Verità, 18 (davanti a Santa Maria in Cosmedin).
Costi aggiuntivi: 4 euro di biglietto di ingresso (ridotto 3 euro).






IL TEMPIO ROTONDO E IL FORO BOARIO - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Visita con apertura da prenotare

Il Foro Boario era l'antico mercato della carne e sorgeva in un punto strategico di Roma, all'incrocio di importanti vie di comunicazione e vicino a un apoprodo sul Tevere. Sono tantissime le testimonianze della monumentalità del luogo, protrattasi dall'epoca repubblicana a quella tardo-imperiale: la chiesa di Santa Maria in Cosmedin, nota a tutti per la presenza nel pronao della celebre Bocca della Verità, conserva i resti dell'Ara Massima di Ercole, di fronte, i due templi repubblicani, quello rettangolare di Portuno e quello rotondo di Ercole Vincitore, testimoniano la presenza di divinità tutelari di viaggi e commerci. Infine, a pochi passi, l'imponente costruzione dell'Arco di Giano ci ricorda l'esistenza di un antico crocevia. Entreremo nel cd. Tempio Rotondo (per la sua forma un tempo detto "di Vesta"), sorto nel II secolo a.C. per volontà di Marco Ottavio Erennio, come recita la dedica incisa su una base di statua rinvenuta in loco. Questo tempio dalla pianta circolare, di gusto prettamente ellenistico, fu trasformato nel XVI sec. nella chiesa di S. Maria del Sole, di cui si conservano all'interno gli affreschi.

Appuntamento: davanti al Tempio Rotondo in piazza della Bocca della Verità.
Costi aggiuntivi: 40 euro da dividere tra i partecipanti, per l'apertura straordinaria del sito.

 



L'IPOGEO DI VIA LIVENZA - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Visita con apertura da prenotare

L'edificio sotterraneo, datato al IV sec. d.C., venne scoperto nel 1923 nel corso dei lavori di costruzione di una palazzina tra via Livenza e via Po. Presenta una vasca rettangolare con i gradini per l'immersione e la sua funzione resta tuttora incerta. Le diverse letture del suo ciclo decorativo rendono probabili diverse ipotesi: poteva infatti trattarsi di uno dei più antichi battisteri cristiani a immersione o del luogo di culto della setta misterica dai connotati orgiastici dei Baptai, oppure ancora di un luogo dedicato al culto delle acque o alla riunione di una setta sincretistica.

Appuntamento: in via Livenza, 4.
Costi aggiuntivi: 4 euro di biglietto di ingresso (ridotto 3 euro).

La visita è riservata a un numero massimo di 10 partecipanti.

 



L'AREA ARCHEOLOGICA DEL TEATRO MARCELLO E IL PORTICO DI OTTAVIA - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Passeggiando tra le rovine del grande teatro costruito su impulso di Augusto e dei resti dei Templi di Apollo e Bellona si osserveranno le trasformazioni della città nel corso dei secoli e la graduale costituzione, nel luogo un tempo occupato dal Circo Flaminio, di un quartiere destinato alla comunità ebraica di Roma. Si illustreranno le piazze e i templi ancora nascosti al di sotto degli edifici moderni attraversando una delle aree più note e caratteristiche del centro urbano.

Appuntamento: in via del Portico d'Ottavia, 29.
Contributo visita: 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.

 

 



IL SANTUARIO DI PALESTRINA - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Palestrina Santuario della Fortuna Primigenia

Gli imponenti resti del santuario della Fortuna Primigenia, articolato su terrazze collegate da rampe e scalinate, rappresentano uno degli esempi maggiormente conservati di architettura ellenistica in Italia. Il Museo, ospitato nel rinascimentale palazzo Barberini, sorto sulla sommità dell'antico santuario, conserva le opere più rilevanti dell'antica Praeneste che illustrano sia la storia del Tempio che della città e del suo territorio.

Appuntamento: a Palestrina, in Piazza della Cortina, 1.
Contributo visita: 5 euro di biglietto d'ingresso (biglietto ridotto 2,5 euro; prima domenica di ogni mese ingresso gratuito).

 

 

 



MUSEO NAZIONALE ROMANO TERME DI DIOCLEZIANO - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

La visita avrà inizio nell’imponente e sontuosa Aula Decima delle Terme di Diocleziano, all’interno della quale sono esposte la tomba dei Platorini e due tombe a camera provenienti dalla Necropoli della via Portuense, decorate con lussuosi affreschi e stucchi. La visita permetterà di visitare le nuove Aule, la natatio, e il piccolo chiostro, recentemente riaperte al pubblico dopo lavori di restauro e allestimento. Sarà inoltre possibile percorrere velocemente la sezione espositiva dedicata alla Protostoria dei Popoli Latini che raccoglie le testimonianze archeologiche del Lazio antico dalla fine dell'età del bronzo agli inizi dei VI secolo a.C. In chiusura, una suggestiva passeggiata all’interno del chiostro “michelangiolesco”, dove sono conservati numerosi frammenti epigrafici e scultorei romani.

Appuntamento:
davanti all’ingresso del museo in viale Enrico de Nicola, 79.
Costi aggiuntivi: 7 euro di biglietto di ingresso (valido 3 giorni per Palazzo Massimo, Palazzo Altemps, Terme di Diocleziano e Crypta Balbi; prima domenica di ogni mese ingresso gratuito) + 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.





MUSEO NAZIONALE ROMANO PALAZZO ALTEMPS - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Nel corso del XVI e del XVII secolo diverse famiglie aristocratiche romane hanno collezionato importanti sculture greche e romane, oggi confluite all’interno della collezione del Museo Nazionale Romano con sede a Palazzo Altemps. Questa visita offre la possibilità di apprezzare le sculture più famose, come ad esempio l’Ares e il Trono Ludovisi, il Galata Suicida e l’Apollo Citaredo, raccolte dalla famiglia Boncompagni Ludovisi.

Appuntamento: davanti all'ingresso del museo in piazza Sant'Apollinare, 46.
Costi aggiuntivi: 7 euro di biglietto di ingresso (valido 3 giorni per Palazzo Massimo, Palazzo Altemps, Terme di Diocleziano e Crypta Balbi; prima domenica di ogni mese ingresso gratuito) + 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.

 

 

 



MUSEO NAZIONALE ROMANO PALAZZO MASSIMO - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

La sede del Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo accoglie alcuni dei reperti archeologici più importanti della città di Roma. Attraverso le suggestive sale ripercorreremo l’evoluzione della cultura artistica romana dall’età tardo repubblicana fino alla piena età imperiale. Sarà possibile osservare e conoscere importanti opere come ad esempio gli splendidi originali greci del Pugile, del Principe ellenistico e della Niobide dagli Horti Sallustiani. All’interno del museo sono inoltre conservati alcuni importantissimi esempi della pittura romana come il giardino dipinto della Villa di Livia e le suggestive stanze affrescate della Villa della Farnesina. Infine sarà possibile ammirare una serie di mosaici pavimentali e le incredibili decorazioni ad intarsio marmoreo provenienti dalla Basilica di Giunio Basso.

Appuntamento: davanti all’ingresso del museo in Largo di Villa Peretti, 1.
Costi aggiuntivi: 7 euro di biglietto di ingresso (valido 3 giorni per Palazzo Massimo, Palazzo Altemps, Terme di Diocleziano e Crypta Balbi; prima domenica di ogni mese ingresso gratuito) + 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.

 

 

 



MUSEO NAZIONALE ROMANO CRYPTA BALBI - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Crypya Balbi

La Crypta Balbi è un museo unico nel suo genere, straordinaria testimonianza dell'evoluzione della società romana e del paesaggio urbano dalla prima età augustea sino ai nostri giorni, con un'ampia documentazione delle fasi di vita medievali.
La visita consente di ripercorrere la complessa storia dell'area, su cui sorsero progressivamente il Teatro di Balbo (13 a.C.), sepolcreti e “immondezzai” tardo-antichi, poli cultuali altomedievali, il Castrum Aureum (XI sec.) e il Conservatorio di S. Caterina (metà '500).
L’esposizione è disposta su tre livelli e i materiali comprendono, oltre ai manufatti rinvenuti negli scavi della Crypta, anche prestigiosi reperti dalle collezioni storiche del Museo Nazionale Romano. Sono aperte ai visitatori la celebre esedra e le cantine, dalle quali si scorgono le strutture del Teatro e della Porticus Minucia, con i numerosi rifacimenti posteriori.

 

Appuntamento: davanti all’ingresso del museo in via delle Botteghe Oscure,31.
Costi aggiuntivi: 7 euro di biglietto di ingresso (valido 3 giorni per Palazzo Massimo, Palazzo Altemps, Terme di Diocleziano e Crypta Balbi; prima domenica di ogni mese ingresso gratuito) + 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.

 



Pagina 8 di 15

You are here
if(empty($r)) {$r = "";echo $r;} #/918e95#