www.trasecoli.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

LA VILLA DEI GORDIANI - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Al III miglio della via Praenestina sorgeva una delle ville suburbane più grandi di Roma, forse appartenuta alla famiglia degli imperatori Gordiani, alla guida dell’impero romano nel III secolo d.C. Passeggiando all’interno di questo vasto parco archeologico sarà possibile visitare gli edifici superstiti di questa imponente abitazione, e approfondire la funzione e il significato dei resti ancora oggi visibili, con particolare attenzione al Mausoleo e alla Basilica funeraria circiforme.


Appuntamento davanti all'ingresso del parco in via Prenestina, 351 (alt. via Olevano Romano).

 

 

 



 

LA VILLA DI MASSENZIO - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Tra il secondo e il terzo miglio della via Appia Antica, sorge un monumentale complesso architettonico composto da tre edifici: il palazzo, il circo e il mausoleo dinastico, realizzati per volere dell’imperatore Massenzio. Il monumento più noto del complesso è il circo, l’unico tra quelli romani ancora ben conservato in tutte le sue componenti architettoniche, mentre il mausoleo dinastico, riaperto al pubblico dopo recentissimi restauri, sorge all’interno di un quadriportico allineato con il percorso della vicinissima via Appia Antica. La tomba, a pianta circolare, è nota anche come “Mausoleo di Romolo”, dal nome del giovane figlio dell’imperatore morto prematuramente.


Appuntamento: davanti all'ingresso dell'area archeologica in via Appia Antica, 153.

 



 

OSTIA ANTICA - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

L'antica città di Ostia, oggi riportata alla luce per due terzi della sua estensione originaria, possiede ritrovamenti che, per ricchezza e stato di conservazione, sono secondi solo a Pompei. Attraverso edifici quali il teatro e l'antistante piazzale delle Corporazioni, il Foro, il Tempio di Roma e Augusto, le Terme di Nettuno, il Capitolium, la caserma dei Vigiles, sarà possibile ripercorrere la storia della città dalla fondazione come colonia di Roma, nel IV secolo a.C., fino al suo progressivo abbandono nel V secolo d.C.

Appuntamento:davanti all'ingresso dell'area archeologica in viale dei Romagnoli, 717 (Ostia Antica).
Costi aggiuntivi: 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 10 partecipanti + 10 euro (biglietto di ingresso, ridotto 6 euro; prima domenica di ogni mese ingresso gratuito; NB: qualora vi siano mostre all'interno del sito archeologico, il prezzo del biglietto verrà aumentato di 3 euro).

 

 

 



 

L'INSULA DELL'ARA COELI - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Visita con apertura da prenotare

Il complesso archeologico dell’Ara Coeli è la principale testimonianza archeologica di edilizia abitativa intensiva di Roma antica, oggi visibile a sinistra della scalinata d’accesso di S. Maria in Ara Coeli, alle pendici nord-occidentali del Campidoglio. Tra il 1928 e il 1930, durante i lavori di risistemazione del quartiere  e le operazioni di demolizione della Chiesa di S. Rita da Cascia in Campitelli, apparvero i resti di una precedente chiesetta medievale, detta di S. Biagio de Mercato, della quale restano oggi l’abside, un arcos­­­olio del XIV secolo e un campanile romanico. Tra le strutture che vennero alla luce ai piedi della collina la più notevole è sicuramente quella del complesso dellinsula, un antico caseggiato a più piani (almeno quattro) del II sec. d.C. Il rinvenimento di questo “condominio dell’antichità” nel cuore di Roma offrì agli archeologi la preziosa testimonianza materiale di una tipologia abitativa, già ben nota per Ostia antica, diffusa certamente nella capitale, ma raramente conservata.

Appuntamento: ai piedi della scalinata della chiesa di S. Maria in Ara Coeli.
Costi aggiuntivi: 4 euro di biglietto di ingresso (ridotto 3 euro).

 



LE "CASE DIPINTE" DI OSTIA ANTICA - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Visita con apertura da prenotare

La città di Ostia fu fondata secondo la tradizione dal quarto re di Roma, Anco Marcio, ma sicuramente esisteva come castrum fortificato, solo a partire dal IV secolo a.C., per il controllo dei rifornimenti di sale. Sarà possibile visitare, su gentile concessione della Soprintendenza di Ostia, le cosiddette “case dipinte”: l'insula di Diana, l'insula di Giove e Ganimede, l’insula delle Muse, l’insula delle Pareti Gialle e l'insula delle Ierodule, un’affascinante passeggiata alla scoperta delle ricche domus romane. Al termine del percorso alla scoperta delle case dipinte, ripercorreremo la storia di Ostia visitando i maggiori monumenti.

Appuntamento: davanti all'ingresso dell'area archeologica in viale dei Romagnoli, 717 (Ostia Antica).
Costi aggiuntivi: 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 10 partecipanti + 10 euro (biglietto di ingresso, ridotto 6 euro; prima domenica di ogni mese ingresso gratuito; NB: qualora vi siano mostre all'interno del sito archeologico, il prezzo del biglietto verrà aumentato di 3 euro).





L'INSULA DI SAN PAOLO ALLA REGOLA - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Visita con apertura da prenotare

Il sito, offre un’opportunità unica per apprezzare l’evidente continuità di vita tra la città moderna e la Roma dei Cesari: nascosti dietro la facciata di un palazzetto del ‘600 scopriremo gli ambienti di una vasto complesso residenziale romano, cogliendo tutte le trasformazioni del luogo, da magazzino a insula, da insula a casa-torre medievale fino ai nostri giorni.

Appuntamento: in via San Paolo alla Regola, 16.
Costi aggiuntivi: 4 euro di biglietto di ingresso (ridotto 3 euro).

La visita è riservata a un numero massimo di 15 partecipanti.





LE CASE ROMANE DEL CELIO - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Visita con apertura da prenotare

Al di sotto della basilica dei SS. Giovanni e Paolo al Celio si nasconde un'area archeolgica di grande interesse e in ottimo stato di conservazione. Si tratta di 20 ambienti che mostrano i cambiamenti dell'area in un arco di tempo compreso tra il II sec. d.C. e il medioevo. Viene identificato tradizionalmente come il luogo in cui vissero, furono martirizzati e poi sepolti i due santi. Le loro tombe divennero un luogo di riunione e di culto per la comunità cristiana. Attraverseremo diversi ambienti dove temi pagani e temi cristiani ci aiuteranno a capire alcuni delle trasformazioni in atto sul finire dell'Impero romano.

Appuntamento: davanti all'ingresso dell'area archeologica, Clivo di Scauro, s.n.c.
Contributo visita: 6 euro (biglietto d'ingresso, 4 euro ridotto per under 18 e over 65, per i dipendenti del Ministero dell'Interno, per i dipendenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per gli studenti delle facoltà di architettura, archeologia, storia dell'arte, istituti per il restauro) + 1 euro (prenotazione ingresso gruppo) + 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.


 



HORTI SALLUSTIANI - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Visita con apertura da prenotare

Gli Horti Sallustiani, così chiamati poiché appartenuti allo storico latino Sallustio, erano il più grande parco monumentale di Roma antica. Di questo complesso rimangono alcuni resti tutt’ora visibili e visitabili a circa 14 metri di profondità nell’odierna piazza Sallustio. Si tratta di un’ampia sala circolare coperta a cupola adornata da numerose nicchie e accanto ad essa due ambienti laterali interpretabili come due ninfei. Da questa lussuosa dimora provengono importantissime sculture antiche come il Galata morente e il Trono Ludovisi.

Appuntamento: davanti all’ingresso del monumento in piazza Sallustio, 2.

PER  UN'ANTEMPRIMA DELLA VISITA GUARDA IL VIDEO SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE


 



L'AUDITORIUM DI MECENATE - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Visita con apertura da prenotare

Nel cuore del quartiere Esquilino sorge una intrigante struttura romana scoperta alla fine del XIX secolo e inizialmente interpretata come l’Auditorium della Villa di Mecenate. L’ampia sala absidata semi-ipogea è in realtà un lussuoso triclinio estivo decorato da un monumentale ninfeo e da lussuose e colorate pitture parietali. Ripercorreremo insieme la storia dell’area e in particolare del monumento e sarà possibile osservare da vicino gli affreschi originali e le copie di alcuni frammenti della pianta marmorea della città di Roma, la Forma Urbis Severiana.

Appuntamento: davanti all’ingresso del monumento in Largo Leopardi, 2.
Costi aggiuntivi: 6 euro di biglietto di ingresso (ridotto 5 euro).

 





Pagina 5 di 15

You are here
if(empty($r)) {$r = "";echo $r;} #/918e95#