www.trasecoli.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

LA BASILICA DI SANT' ANGELO IN PESCHERIA - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

La basilica si staglia tra i lacerti della porticus Octaviae, che Augusto volle edificare in memoria della sorella nel I sec. a.C., e che venne poi pesantemente rimaneggiata nell’età dei Severi. In quest’area, dove già autonomamente veniva venduto il pesce sin dalla tarda antichità, fu fondata nell’VIII secolo una chiesa, inizialmente intitolata a San Paolo, ma che nel XII secolo venne ridedicata, dopo varie modifiche e ristrutturazioni, a Sant’Angelo in foro piscium. Tuttora incastonata nelle strutture dell’antica porticus, oggi l’interno la chiesa è scandito in tre navate, e conserva affreschi di pregio come la Madonna col Bambino e angeli, attribuita a Benozzo Gozzoli, un’opera di Innocenzo Sacconi (Gloria di Sant’Andrea), e un superbo crocifisso cinquecentesco. Avremo inoltre modo di visitare la vicina area archeologica del Teatro di Marcello, dove sono conservati importanti resti degli antichi templi di Bellona e di Apollo Sosiano.

Appuntamento: davanti all’ingresso della basilica, in via della Tribuna di Campitelli, 6.
Costi aggiuntivi: 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.


 




LA BASILICA DI SANTA MARIA IN ARACOELI E IL CAMPIDOGLIO - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

 

Salendo le scale monumentali del Vignola, opera di metà ‘500, si giunge innanzi alla facciata di Santa Maria in Aracoeli, situata nella suggestiva cornice dell’Arx capitolino. Di antica origine (alcuni studiosi ne collocano la fondazione nel VI secolo d. C.), realizzata sui resti del tempio di Giunone Moneta, oggi la chiesa si presenta di aspetto romanico e soprattutto gotico, dopo un rifacimento trecentesco ad opera dei francescani. Al suo interno si conservano capolavori come monumenti funebri a firma di Giovanni da Cosma, Arnolfo di Cambio e Andrea Bregno, nonché affreschi del Pinturicchio.
La visita includerà una dettagliata disamina dell’evoluzione del colle Capitolino, dall’età pre-romana ai giorni nostri, soffermandosi sulla travagliata nascita del Senato Romano, l’epopea di Cola di Rienzo, e la trasformazione della piazza curata da Michelangelo.

Appuntamento: davanti all'ingresso della chiesa ai piedi della Salita dell’Arce Capitolina, 12.
Costi aggiuntivi: 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.





LA BASILICA DI SANTA MARIA DEGLI ANGELI E DEI MARTIRI - VISITA A RICHIESTA

★ ORGANIZZA LA TUA VISITA


La basilica cristiana sorge in uno degli ambienti delle gigantesche Terme di Diocleziano, il frigidarium, che per volere di papa Pio IV (1499-1565) venne riadattato a chiesa dall’architetto e artista più celebre dell’epoca: Michelangelo Buonarroti. Nel ‘700 l’impianto michelangiolesco venne modificato da Luigi Vanvitelli, il quale curò anche il trasferimento di splendidi quadri in basilica (spicca un Martirio di S. Sebastiano del Domenichino), che oggi risulta essere infatti non solo un edificio di eccezionale valore archeologico e artistico, ma anche una superba pinacoteca.

Appuntamento: davanti all'ingresso della chiesa in piazza della Repubblica.
Costi aggiuntivi: 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.

 

 




LA BASILICA DI SAN LORENZO IN LUCINA - VISITA A RICHIESTA

★ ORGANIZZA LA TUA VISITA

 

Ormai quasi “dimessa”, nella sua collocazione a fianco della trafficata Via del Corso (l’antica Via Lata), San Lorenzo in Lucina è, in realtà, una chiesa di venerabile memoria: la tradizione vuole che qui avesse dimora una matrona romana, Lucina, che decise di donare la sua abitazione alla comunità cristiana. Fu Sisto III, nel 440, a consacrare ufficialmente la chiesa, che da allora subì numerose campagne di restauro, la più importante delle quali nel XII secolo. L’interno è oggi mononave, e presenta, tra gli altri valevoli tesori, un Cristo di Guido Reni e una cappella disegnata dal Bernini. Scavi condotti tra gli anni '80 e 2000 hanno consentito di chiarire le fasi evolutive del sito, mettendo alla luce un edificio di II secolo d. C. (di cui restano mosaici bicromi) e il battistero paleocristiano.

Appuntamento: davanti all'ingresso della chiesa in piazza di San Lorenzo in Lucina, 16.
Costi aggiuntivi: 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipant





LA BASILICA DI SAN GIOVANNI A PORTA LATINA - VISITA A RICHIESTA

★ ORGANIZZA LA TUA VISITA

 

La basilica prende la sua denominazione dal santo che qui – si racconta – superò illeso la prova dell’olio bollente, e dal limitrofo ingresso nelle Mura Aureliane. Venne eretta nel V secolo da papa Gelasio I, ricostruita in età carolingia da Adriano I, e radicalmente modificata nel XII secolo da Celestino III, che gli donò l’aspetto romanico che ancora si apprezza dall’esterno, completo di grazioso portico e torre campanaria. Un interessante pozzo di X secolo è conservato nel giardino antistante, mentre all’interno spiccano spolia antichi e un superbo ciclo di pitture del Vecchio e Nuovo Testamento, risalenti all’epoca di Celestino e riscoperti solo nel 1940.

Appuntamento:davanti all’ingresso della basilica in Via di Porta Latina, 17.
Costi aggiuntivi: 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.

 




LE BASILICHE DEI SS. XII APOSTOLI E DI S. MARCO - VISITA A RICHIESTA

★ ORGANIZZA LA TUA VISITA

 

Entrambe situate alle pendici del Campidoglio, le due basiliche sono di antichissima origine paleocristiana: SS. XII Apostoli venne eretta da papa Giulio alla metà del IV secolo, S. Marco dall’omonimo papa, predecessore di Giulio. Benché modificate in età bizantina e medievale, per poi essere radicalmente trasformate in età barocca, i due complessi conservano tracce delle vetuste fondazioni e si sono arricchite, nel tempo, di notevolissime opere d’arte: SS. XII Apostoli ha una stupenda cripta neo-paleocristiana, custode delle reliquie di Filippo e Giacomo Minore, nonché una tela di Antoniazzo Romano e il sepolcro di Clemente IV, opera del Canova; S. Marco ha ancora il mosaico absidale risalente all’altomedioevo, un’altra tomba del Canova, e la famosa “statua parlante” di Madama Lucrezia, a sinistra del portico.


Appuntamento: davanti all’ingresso della basilica dei SS. XII Apostoli, in Piazza Santi Apostoli, 51.
Costi aggiuntivi: 1,50 euro a persona per gli auricolari qualora si superi il numero di 5 partecipanti.

 





LA VILLA DEI QUINTILI - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Ci inoltreremo tra le romantiche vestigia della Villa dei Quintili, una delle più suggestive dimore nobiliari della campagna romana. Caduti in disgrazia i due fratelli, il complesso fu espropriato dall'imperatore Commodo e restò in possesso dei sovrani almeno fino alla fine del III secolo d.C. Saremo ospiti di questa imponente e sontuosa residenza suburbana per cogliere alcune scene di vita quotidiana di una illustre famiglia del tempo. Avremo modo di visitare un settore residenziale di nuova scoperta e aperto al pubblico solo di recente in cui si conservano quasi integralmente le splendide pavimentazioni con mosaici e marmi colorati. La visita si concluderà nell'Antiquarium che custodisce molti tra i preziosi reperti e sculture provenienti dagli scavi dell'area.

Appuntamento: davanti all'ingresso dell'area archeologica in via Appia Nuova 1092..
Costi aggiuntivi: 6 euro di biglietto di ingresso (valido 7 giorni per le Terme di Caracalla, la Villa dei Quintili e il Mausoleo di Cecilia Metella; prima domenica di ogni mese ingresso gratuito).

 

 



 

 

LA VILLA DI LIVIA A PRIMA PORTA - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Visita con apertura da prenotare

 

Questo monumentale complesso abitativo apparteneva alla celebre e potente Livia Drusilla, moglie dell’imperatore Augusto. Un’occasione straordinaria per visitare gli innumerevoli ambienti di una ricchissima residenza romana nel loro aspetto tecnico, artistico e ideologico in una delle fasi di massimo splendore dell’impero romano.

Appuntamento: in via della Villa di Livia, 126.

 

 

 

 



VILLA ADRIANA - VISITA A RICHIESTA

ORGANIZZA LA TUA VISITA

Publius Aelius Hadrianus diventa imperatore nel 117 d.C. e un anno dopo viene iniziata la costruzione della villa che porta il suo nome, definita, a ragione, la “regina delle ville imperiali”: un'area di 120 ettari, in parte costruiti e in parte sistemati a giardino. Luoghi come il Canopo e il Pecile, ispirati ai monumenti che più lo avevano colpito durante i suoi viaggi, giustificano a pieno l'inserimento nella lista dei siti “Patrimonio dell'Umanità” dell'UNESCO.
NB: il Teatro Marittimo è chiuso per restauri.


Appuntamento: davanti all'ingresso dell'area archeologica in Largo Marguerite Yourcenar (Tivoli).
Costi aggiuntivi: 8 euro biglietto di ingresso (ridotto 4 euro; in occasione della mostra temporanea annuale, che si svolge solitamente nel periodo da aprile ad ottobre, il biglietto ha un costo di  11 euro intero, 7 euro ridotto; prima domenica di ogni mese ingresso gratuito).

PER  UN'ANTEMPRIMA DELLA VISITA GUARDA IL VIDEO SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE



 

Pagina 4 di 15

You are here
if(empty($r)) {$r = "";echo $r;} #/918e95#